Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Una Nuvola d’ira

Giovanni Arpino

Bur
Copertina di: Una Nuvola d’ira

Prefazione di Massimo Raffaeli

Un grido disperato e impotente di fronte al dilemma dell’amicizia, dell’amore, del tradimento senza voler tradire. Un libro molto duro, molto bello.
Osvaldo Soriano

Torino, all’inizio degli anni Sessanta, è l’epicentro del boom economico. In un fine settimana che già indulge agli attuali riti dello svago e del consumo, tre operai, militanti comunisti, vanno incontro al proprio destino. Matteo, Angelo e Sperata sono i vertici di un triangolo d’amore e d’amicizia, ma rappresentano il naufragio di un’utopia esistenziale e politica. Vorrebbero sentirsi diversi, migliori dei propri compagni, ma scoprono di essere fragili e vulnerabili come gli altri: per salvarsi dall’alienazione scontano la dinamica di una progressiva integrazione, e ne pagano il prezzo più alto.
Giovanni Arpino li sorprende dentro una città i cui colori, di un autunno tardo e nebbioso, sono quelli del dramma che stanno vivendo: le parole convulse e i gelidi silenzi con cui i tre personaggi sembrano proteggere il segreto della loro unione o il segno della propria colpa, presagiscono in realtà una dura cognizione del dolore.

Libri Correlati

vedi tutti