Un italiano in America

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“I turisti italiani arrivano a Washington in cerca della casa americana di Severgnini così come i turisti americani, ancora oggi, vanno a Cortona, in Italia, a cercare la casa resa celebre dal bestseller di Frances Mayes, Sotto il sole della Toscana.”
The Washington Post

È vero che gli americani impazziscono per il ghiaccio, pretendono le mance facoltative, praticano la religione dello sconto e il culto delle poltrone reclinabili? Beppe Severgnini ci porta in viaggio negli Usa tra domande (perché non abbassano l’aria condizionata?) e risposte (perché gli piace così), descrivendo le molte sorprese della vita quotidiana, perché l’America vera si scopre solo attraverso i dettagli: le scaramucce con un idraulico di nome Marx; la terribile potenza dei bambini, veri padroni del paese; i festeggiamenti e il tradizionale picnic del 4 luglio, a cui “non si assiste. Si partecipa”.
Ironico, intelligente e utile, Un italiano in America è – come scrive l’autore – “il frutto di una lunga inesperienza”. Perché, ammettiamolo: degli Usa crediamo di sapere tutto, ma in realtà siamo impreparati. Allora, pronti a incominciare?

“I turisti italiani arrivano a Washington in cerca della casa americana di Severgnini così come i turisti americani, ancora oggi, vanno a Cortona, in Italia, a cercare la casa resa celebre dal bestseller di Frances Mayes, Sotto il sole della Toscana.”
The Washington Post

È vero che gli americani impazziscono per il ghiaccio, pretendono le mance facoltative, praticano la religione dello sconto e il culto delle poltrone reclinabili? Beppe Severgnini ci porta in viaggio negli Usa tra domande (perché non abbassano l’aria condizionata?) e risposte (perché gli piace così), descrivendo le molte sorprese della vita quotidiana, perché l’America vera si scopre solo attraverso i dettagli: le scaramucce con un idraulico di nome Marx; la terribile potenza dei bambini, veri padroni del paese; i festeggiamenti e il tradizionale picnic del 4 luglio, a cui “non si assiste. Si partecipa”.
Ironico, intelligente e utile, Un italiano in America è – come scrive l’autore – “il frutto di una lunga inesperienza”. Perché, ammettiamolo: degli Usa crediamo di sapere tutto, ma in realtà siamo impreparati. Allora, pronti a incominciare?

Commenti

Autore


  • autore_img
    Beppe Severgnini

    Beppe severgnini (Crema, 1956) è editorialista del “Corriere della Sera” e contributing opinion writer per “The New York Times”. Ha scritto a lungo per “The Econom [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Genere e argomento: Lifestyle, Sport e Tempo Libero
    • Collana: BEST BUR
    • Prezzo: 9.90 €
    • Pagine: 272
    • Formato libro: 14 x 21
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817035798
    • ISBN E-book: 9788858610619

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...