Terrore a nordest

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...

,

Dai partigiani ai naziskin,
dagli agenti segreti jugoslavi
ai gladiatori filoamericani, dai figli
della Decima Mas ai nuovi brigatisti
e ai centri sociali. Viaggio lungo
la frontiera più calda d’Italia,
culla dell’eversione rossa e nera.
Per riscoprirne le radici più profonde.

Essi credono di spezzare il cerchio, e invece non fanno altro che rinsaldarlo.
Pier Paolo Pasolini

Maggio 2008. Nicola Tommasoli viene ucciso a Verona da cinque giovani neonazisti a cui aveva rifiutato una sigaretta. Febbraio 2007, un blitz delle Forze dell’ordine porta all’arresto di diversi militanti delle nuove Br nella zona di Padova e Udine.
Il Triveneto, zona di confine. Qui, dove la Resistenza è stata più feroce e la guerra fredda più calda che altrove, si è preparato il terreno per la nascita del terrorismo italiano, di destra e di sinistra. È una storia complessa, che va dallo scontro tra partigiani bianchi e rossi all’orrore delle foibe, dalle quinte colonne pronte a difendersi dall’invasore rosso alle reti clandestine pronte a sostenerlo, da Ordine Nuovo e Avanguardia nazionale alle Br e Autonomia operaia, fino al nazirock dei naziskin e alla galassia sfuggente dei centri sociali.
Un viaggio nel presente e nel passato per spiegare le molte degenerazioni in cui è scivolata la lotta politica nel nostro Paese.

Dai partigiani ai naziskin,
dagli agenti segreti jugoslavi
ai gladiatori filoamericani, dai figli
della Decima Mas ai nuovi brigatisti
e ai centri sociali. Viaggio lungo
la frontiera più calda d’Italia,
culla dell’eversione rossa e nera.
Per riscoprirne le radici più profonde.

Essi credono di spezzare il cerchio, e invece non fanno altro che rinsaldarlo.
Pier Paolo Pasolini

Maggio 2008. Nicola Tommasoli viene ucciso a Verona da cinque giovani neonazisti a cui aveva rifiutato una sigaretta. Febbraio 2007, un blitz delle Forze dell’ordine porta all’arresto di diversi militanti delle nuove Br nella zona di Padova e Udine.
Il Triveneto, zona di confine. Qui, dove la Resistenza è stata più feroce e la guerra fredda più calda che altrove, si è preparato il terreno per la nascita del terrorismo italiano, di destra e di sinistra. È una storia complessa, che va dallo scontro tra partigiani bianchi e rossi all’orrore delle foibe, dalle quinte colonne pronte a difendersi dall’invasore rosso alle reti clandestine pronte a sostenerlo, da Ordine Nuovo e Avanguardia nazionale alle Br e Autonomia operaia, fino al nazirock dei naziskin e alla galassia sfuggente dei centri sociali.
Un viaggio nel presente e nel passato per spiegare le molte degenerazioni in cui è scivolata la lotta politica nel nostro Paese.

Commenti

Autori (2)


  • Monica Zornetta

    Monica Zornetta, giornalista, ha scritto per “Il Gazzettino”, è stata corrispondente di Rtl 102.5, ha partecipato al libro Giornalismi e mafie (Premio Ilaria Alpi). Scrive per “Narcomafie”. [...]

  • Giovanni Fasanella

    Giovanni Fasanella è giornalista parlamentare di “Panorama”. Per BUR ha pubblicato: Che cosa sono le Br, con A. Franceschini; La guerra civile, con G. Pellegrino; Guido Rossa, mio padre, con S. R [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: FUTUROPASSATO
    • Prezzo: 10.00 €
    • Pagine: 256
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817025072
    • ISBN E-book: 9788858650820

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...