Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Sull’irrealtà del tempo

John McTaggart

Bur
Copertina di: Sull’irrealtà del tempo

Dialogo tra:
TM: Thomas Mann
V: Virgilio
PB: Paul Bowles
S: Seneca
SB: Saul Bellow
O: Ovidio
P: Platone

SB: - Il continuo spazio-temporale reclama i suoi elementi, pezzo per pezzo, poi ritorna il vuoto. V: - Fugge, intanto, fugge il tempo irrecuperabile.

PB: - La vita non è movimento da e verso qualcosa, neppure dal passato al futuro. Tutta la vita è uguale a ogni sua parte. Non c’è somma.

P: Il tempo è immagine dell’eternità.

TM: - Non c’è qualcosa che sia propriamente il tempo. Per chi è lungo, è lungo, per chi è breve, breve. Quanto sia lungo o breve nessuno lo sa.

O: - Il tempo divora ogni cosa.

S: - Il tempo rende i dolori sopportabili.

Anche nel congedarsi da questo strano mondo, lui mi ha preceduto di un poco. Questo non significa nulla. Per noi che crediamo nella fisica, la differenza fra presente, passato e futuro è solo un’illusione.
da una lettera di Albert Einstein

McTaggart è un filosofo inglese che ha eletto la riflessione su "cosa è il tempo" a suo cavallo di battaglia, elaborando un singolare macchinario mentale. C’è un tempo delle coscienza, fatto di presente, passato e futuro, di memoria e speranza, e un tempo della scienza, fatto di successioni e simultaneità. McTaggart li chiama serie A e serie B. Questo libro raccoglie per la prima volta in Italia i suoi scritti sul tema (L’irrealtà del Tempo, Il rapporto fra Tempo ed Eternità e Misticismo), con un saggio, a cura di Luigi Cimmino, che, a partire da McTaggart, illustra gli sviluppi più recenti della filosofia del tempo. Viviamo nel tempo, e questo dovrebbe bastarci. Eppure diciamo che il tempo passa. Ma il 2005, che ci siamo lasciati alle spalle, è prima del 2006, e in questo suo esser prima pare non potersi muovere. Così ieri rispetto a oggi. Cos’è dunque che passa? E, se il tempo passa, da dove a dove passa se non nel tempo? Il tempo è allora nel tempo? Ci sono filosofi che disegnano architetture mentali da far invidia al più visionario tra gli scrittori di fantascienza.


Luigi Cimmino insegna Gnoseologia all’Università di Perugia. Ha pubblicato vari studi su Wittgenstein, sulla questione del libero arbitrio e su altri argomenti di epistemologia.