Stili del potere (60) (Gli)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Prefazione di Silvia Ronchey.

Che cos’è il potere? In quali forme e con quali simboli determina la nostra vita quotidiana? Uno dei maggiori filosofi e psicoanalisti viventi cerca di rispondere a queste domande attraverso un esame serrato e spietato della vera religione del tempo presente: si può usare “la forza, la forza di volontà, la persuasione… la logica, l’argomentazione, oppure la conversione… il terrore, la manipolazione, l’irretimento, l’inganno. Qualunque sia il metodo, il complesso di potenza subordina tutto all’arrivare e al restare in testa”.
Silvia Ronchey, che con Hillman collabora da molti anni, indica le connessioni intime fra le strutture del potere e quelle del nostro io più profondo: in questo senso, una riflessione sulla sfera pubblica può rappresentare un “recupero di anima per la vita collettiva”.
Hillman interpreta tutto quanto ci accade intorno, dal microcosmo della psiche al macrocosmo della società, sorprendendo a ogni pagina e rifiutando ogni cliché su gruppi senza leader e organizzazioni orizzontali, in cui “nuovi peccati sostituiscono quelli vecchi” e si è costretti dentro un tirannico “assolutismo dell’uguaglianza”. Così questa inedita ricognizione sugli “stili del potere” da parte di una delle voci critiche più lucide del mondo contemporaneo smuove le nostre coscienze e ogni comodo automatismo. La speranza esplicita è che “le idee del potere cedano il posto al potere delle idee”.

Prefazione di Silvia Ronchey.

Che cos’è il potere? In quali forme e con quali simboli determina la nostra vita quotidiana? Uno dei maggiori filosofi e psicoanalisti viventi cerca di rispondere a queste domande attraverso un esame serrato e spietato della vera religione del tempo presente: si può usare “la forza, la forza di volontà, la persuasione… la logica, l’argomentazione, oppure la conversione… il terrore, la manipolazione, l’irretimento, l’inganno. Qualunque sia il metodo, il complesso di potenza subordina tutto all’arrivare e al restare in testa”.
Silvia Ronchey, che con Hillman collabora da molti anni, indica le connessioni intime fra le strutture del potere e quelle del nostro io più profondo: in questo senso, una riflessione sulla sfera pubblica può rappresentare un “recupero di anima per la vita collettiva”.
Hillman interpreta tutto quanto ci accade intorno, dal microcosmo della psiche al macrocosmo della società, sorprendendo a ogni pagina e rifiutando ogni cliché su gruppi senza leader e organizzazioni orizzontali, in cui “nuovi peccati sostituiscono quelli vecchi” e si è costretti dentro un tirannico “assolutismo dell’uguaglianza”. Così questa inedita ricognizione sugli “stili del potere” da parte di una delle voci critiche più lucide del mondo contemporaneo smuove le nostre coscienze e ogni comodo automatismo. La speranza esplicita è che “le idee del potere cedano il posto al potere delle idee”.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: VARIA
    • Prezzo: 4.90 €
    • Pagine: 120
    • Formato libro: 17 x 12
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817033299

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...