Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Saggio storico sulla rivoluzione di Napoli

Vincenzo Cuoco

Bur

Questo classico del pensiero politico italiano, apparso per la prima volta nel 1801, si distinse nel panorama contemporaneo per il lucido realismo con cui analizzava le cause della rivoluzione napoletana del 1799, unito alla riflessione più ampia sulla situazione storica. Erede della tradizione di Machiavelli e di Vico, reinterpretata alla luce della cultura settecentesca napoletana, il Cuoco seppe far sua la grande lezione della rivoluzione francese rifiutando la retorica di ogni tipo e colore, senza mai discostarsi da “quella moderazione che è compagna inseparabile della sapienza e della giustizia”. Grazie all’esperienza diretta degli eventi napoletani, Cuoco seppe mettere in luce, come pochi, la forza dell’azione popolare e il consenso come moventi delle rivoluzioni e delle riforme, e propose, contro il pericoloso divario tra il popolo e le classi dirigenti, soluzioni rivolte all’educazione civile e nazionale.