Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Racconti di New York

Maeve Brennan

Bur
Copertina di: Racconti di New York

La sottigliezza con cui la Brennan ritrae
New York fa pensare alle atmosfere
dei quadri di Hopper. I suoi paesaggi
urbani, gravidi di misteriose possibilità,
sarebbero illustrazioni perfette per
le scene abbozzate dalla penna di Maeve.
Christopher Hirst - The Independent

 

 

Talvolta New York può offrirti il posto “dove avevi sognato di essere”. Un luogo dove svuotare la mente e lasciare che il flusso del mondo ti porti via in una marea lunga di gesti catturati dall’oblò di una finestra, di storie intraviste dal vano di una porta. È così la Grande Mela di Maeve Brennan, quella città luccicante ma anche misteriosa, osservata da un balcone mentre esplode un temporale e nell’appartamento accanto a tuonare è la musica di un cocktail party. E poi, accanto ai palazzi, alle Avenue, ai ristoranti di Manhattan, c’è anche un’altra New York, quella ipocrita e rarefatta dei ricchi quartieri residenziali suburbani, abitati da donne bellissime ma deliziosamente vacue e maligne, uomini bugiardi sempre pronti a tradirle, fiere cameriere irlandesi baciate da una micidiale ironia. In queste pagine Maeve Brennan parla con voce insolita e racconta un mondo che ha conosciuto bene. Le sue storie sono frizzanti, acide, un po’ dark, e tutte insieme completano l’affascinante puzzle di una città che si ama, si odia, non si può dimenticare.

Libri Correlati

vedi tutti