Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Poesie (1924-1964)

Pablo Neruda

Bur
Copertina di: Poesie (1924-1964)

Un autentico poeta, di quelli che hanno i sensi ammaestrati p un mondo che non e il nostro e che pochi percepiscono.
Federico Garcia Lorca

"Un poeta più vicino alla morte che non alla filosofia, più vicino al dolore che all'intelligenza, più vicino al sangue che all'inchiostro." Continua così un lettore straordinario come Garcia Lorca, che già nel 1934 aveva descritto perfettamente le qualità peculiari e l'unicità di Neruda: "Un poeta pieno di voci misteriose che per fortuna lui stesso non sa decifrare: un uomo vero che ormai sa che il giunco e la rondine sono più eterni della guancia dura della pietra? In Pablo Neruda crepita la luce ampia, romantica, crudele, esorbitante, misteriosa dell'America". L'antologia, curata e tradotta da Roberto Paoli, offre una selezione delle più belle poesie di Neruda e ne inquadra criticamente l'intera produzione. Con bibliografia e cronologia della vita e delle opere.

ROBERTO PAOLI (1930-2000). È stato ordinario di Lingua e letteratura ispanoamericana nell'Università di Firenze. Tra gli autori che ha studiato e tradotto, oltre agli spagnoli Lope de Vega, Unamuno, Machado, ricordiamo Borges, Sor Juana Ines de la Cruz, Vallejo e Garcia Marquez.

Libri Correlati

vedi tutti