Partiti politici italiani (1943-2004) (I)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Questo libro è la storia di come i partiti italiani sono stati protagonisti di un sistema - la democrazia rappresentativa ? che in quarant'anni ha creato l'Italia più avanzata che si sia avuta dal Rinascimento in poi. Ma è precisamente questa società avanzata che ha messo in crisi i partiti, in Italia come altrove, e con la specificità del caso italiano.
Giorgio Galli


La storia avventurosa e tormentata dei partiti politici italiani, quali vennero costituendosi e organizzandosi dopo la caduta del fascismo, coincide con quella dell'evoluzione economica e democratica del nostro paese. Giorgio Galli analizza la specificità della storia partitica italiana nella sua evoluzione, e ci racconta come il sistema dei partiti si è via via mutato, prima in quella che venne definita partitocrazia, fatta di spartizioni e veti incrociati, per arrivare, dopo la burrasca di Tangentopoli, all'attuale declino, che vede la nascita del partito-azienda, l'ampliarsi dell'astensionismo, l'affermarsi della politica-spettacolo e la crescita del potere delle lobby. Aggiornato sino ai risultati elettorali delle europee 2004, questo libro offre una ricostruzione delle vicende dei partiti italiani, dei suoi grandi leader, e dei movimenti sino ai girotondi e ai no e new global. Una cronaca precisa, imparziale, dettagliata e puntuale; un saggio di storia e di alta passione civile che è ormai divenuto un testo di riferimento obbligato per studenti, studiosi e tutti coloro che si interessano alla politica.

Questo libro è la storia di come i partiti italiani sono stati protagonisti di un sistema - la democrazia rappresentativa ? che in quarant'anni ha creato l'Italia più avanzata che si sia avuta dal Rinascimento in poi. Ma è precisamente questa società avanzata che ha messo in crisi i partiti, in Italia come altrove, e con la specificità del caso italiano.
Giorgio Galli


La storia avventurosa e tormentata dei partiti politici italiani, quali vennero costituendosi e organizzandosi dopo la caduta del fascismo, coincide con quella dell'evoluzione economica e democratica del nostro paese. Giorgio Galli analizza la specificità della storia partitica italiana nella sua evoluzione, e ci racconta come il sistema dei partiti si è via via mutato, prima in quella che venne definita partitocrazia, fatta di spartizioni e veti incrociati, per arrivare, dopo la burrasca di Tangentopoli, all'attuale declino, che vede la nascita del partito-azienda, l'ampliarsi dell'astensionismo, l'affermarsi della politica-spettacolo e la crescita del potere delle lobby. Aggiornato sino ai risultati elettorali delle europee 2004, questo libro offre una ricostruzione delle vicende dei partiti italiani, dei suoi grandi leader, e dei movimenti sino ai girotondi e ai no e new global. Una cronaca precisa, imparziale, dettagliata e puntuale; un saggio di storia e di alta passione civile che è ormai divenuto un testo di riferimento obbligato per studenti, studiosi e tutti coloro che si interessano alla politica.

Commenti

Autore


  • Giorgio Galli

    (Milano 1928), già docente di Storia delle dottrine politiche presso l’Università degli Studi di Milano, è uno dei massimi politologi italiani. Tra le sue opere ricordiamo: Hitler e il nazismo ma [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 10.00 €
    • Pagine: 512
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817002882

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...