Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Oreste

Euripide

Bur
Copertina di: Oreste

L’Oreste, rappresentato nel 408 a.C. in un’Atene logorata dalla guerra e ormai vicina alla sconfitta definitiva, è la libera e corrosiva rilettura di uno dei miti più rappresentati nel teatro tragico. Oreste, braccato dalle Erinni e preda dei rimorsi per il matricidio commesso, viene condannato a morte dall’assemblea degli Argivi. Abbandonato al suo destino dal pavido zio Menelao e da Apollo, il dio che l’aveva spinto al delitto, Oreste medita una sanguinaria vendetta che non porterà a termine solo per l’estremo intervento di Apollo. Vicenda cupa e angosciosa dal finale solo apparentemente lieto, questa tragedia è una delle più riuscite prove drammaturgiche di Euripide. L’introduzione di Enrico Medda si sofferma in particolare sul personaggio di Oreste e sulla rappresentazione della follia nel teatro classico.

Libri Correlati

vedi tutti