Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Olimpiche

Pindaro

Bur
Copertina di: Olimpiche

La vittoria ai giochi olimpici conferiva lustro e prestigio non solo all’atleta vincitore, ma all’intera comunità cittadina, e per onorare degnamente tale successo al momento del suo ritorno in patria venivano intonati canti corali, appositamente commissionati a poeti professionisti. Gli epinici (“canti per la vittoria”) di Pindaro sono i più prestigiosi esempi del genere. In essi, la lode del vincitore e il racconto della vittoria vengono accostati a un’impresa eroica, trasfigurandosi in una dimensione in cui realtà e mito si confondono; ma il mito serve anche a misurare la distanza tra l’ineffabile mondo divino e quello umano, carico di angoscia e precarietà, ripiegandosi in una dolente meditazione sulla condizione umana. L’introduzione di Franco Ferrari ricostruisce la genesi dell’epinicio e analizza la struttura e l’ideologia sottesa alle Olimpiche.

Libri Correlati

vedi tutti