Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

L’oro del mondo

Sebastiano Vassalli

Bur

Dall’autore premio Strega e premio Fondazione il Campiello alla carriera

È l’immediato dopoguerra e il giovane Sebastiano – sballottato tra una madre partita a servizio di un ufficiale che la tiene legata a sé con la promessa di un’eredità e un padre fascista, egocentrico e donnaiolo – viene affidato allo zio Alvaro, che sbarca il lunario cercando l’oro sulle sponde novaresi del Ticino. Qui, in una sorta di frontiera padana alla Mark Twain popolata di bracconieri, barcaioli e ambulanti più o meno cialtroni, il giovane affronta il passaggio dall’adolescenza all’età adulta. L’oro del mondo è un romanzo picaresco, in cui più piani narrativi aprono squarci su temi apparentemente lontani (dal massacro di Cefalonia alla cancellazione di un paesaggio, ai rituali grotteschi dell’industria culturale italiana), attraverso i quali Vassalli tenta di identificare il carattere nazionale italiano in un paese ancora lacerato dalla divisione tra fascisti e antifascisti. Chiude il volume un’appendice dell’autore dedicata a Giulio Einaudi, che si adoperò personalmente perché quest’opera venisse pubblicata.

Libri Correlati

vedi tutti