Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Libertà (60) (La)

John Stuart Mill

Bur
Copertina di: Libertà (60) (La)

Prefazione di Corrado Augias.

Com’è possibile conciliare la difesa dei diritti individuali con il bene e la felicità comuni? In questo testo del 1858, diventato un classico del pensiero liberale, John Stuart Mill risponde alla domanda fondamentale per ogni democrazia. Rileggerlo oggi non risparmia sorprese: la ricchezza delle tesi di Mill poco si accorda con lo stereotipo del liberalismo al quale siamo abituati.
Una concezione liberale dello Stato non è, secondo il filosofo inglese, una naturale ovvietà priva di rischi. Tra i pericoli più gravi vi è quello di una “dittatura della maggioranza”.
Corrado Augias rileva tutta la modernità di questa idea, secondo cui “il dissenso, il conflitto tra diversi punti di vista sono le garanzie alla base di una società aperta”.
Non è sufficiente, quindi, proteggere il singolo dalla tirannia delle istituzioni, bisogna anche cautelare la collettività dalla tirannia dell’opinione dominante, e dalla conseguente tendenza a imporre il senso comune come modello al quale diventa necessario e doveroso conformarsi.
In questo senso le pagine di John Stuart Mill non propongono solamente un modello di Stato al quale la classe politica dovrebbe guardare, ma sono soprattutto una grande e attuale lezione di difesa della libertà che ogni cittadino dovrebbe ascoltare.

Libri Correlati

vedi tutti