Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Lettere sulla fisica, sul cielo e sulla felicità

Epicuro

Bur
Copertina di: Lettere sulla fisica, sul cielo e sulla  felicità

Ci vollero cent'anni perché la Grecia arrivasse a scoprire chi era stato questo dio degli orti, Epicuro - ma arrivò mai davvero a scoprirlo?
Friedrich W. Nietzsche


Dal naufragio quasi completo della vastissima produzione di Epicuro si sono salvate, tra i pochi altri scritti, tre Lettere. Indirizzate ad altrettanti amici ma in realtà destinate alla diffusione più ampia possibile, le Lettere contengono una sintesi chiara ed essenziale di determinati aspetti del pensiero del filosofo. Dalla costituzione fisica dell'universo come aggregazione di atomi sempre in movimento, all'astronomia, all'etica, Epicuro è interessato a ogni campo del sapere perché solo la conoscenza della verità in tutti i suoi aspetti può aiutare l'uomo a vivere privo di paure infondate e di desideri ingannevoli e tormentosi. Francesco Adorno nel saggio introduttivo spiega l'importanza dell'epistola come genere letterario e filosofico e puntualizza il ruolo di Epicuro nello sviluppo del pensiero scientifico. Completano il volume i frammenti dell'epistolario restituiti dai papiri ercolanesi.

Libri Correlati

vedi tutti