Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Le più belle novelle del Decameron

BOCCACCIO GIOVANNI

Bur

miniature del XIV e XV secolo

Il testo del Decameron qui presentato è tratto dall’edizione BUR Rizzoli a cura di Amedeo Quondam, Maurizio Fiorilla, Giancarlo Alfano e realizzata in collaborazione con l’Associazione degli italianisti.

È il 1348: mentre la peste infuria a Firenze, dieci giovani si rifugiano in campagna e per trascorrere il tempo si raccontano per dieci giornate una novella ciascuno. Questa la nota “cornice” che racchiude la più illustre raccolta di novelle della letteratura europea: un capolavoro che ancora affascina per la pluralità dei toni, per la capacità di dipingere l’infinita varietà della vita. Viene qui proposta una selezione delle più belle novelle del Decameron, dove trovare i brani più celebri di questa opera immortale: episodi cortesi (Nastagio degli Onesti, Federigo degli Alberighi) si alternano ad avventure comiche e licenziose (Ser Cepparello, Masetto da Lamporecchio, Frate Cipolla), a beffe salaci (Chichibio e la gru, Calandrino, Peronella), a tragiche storie d’amore (Ghismonda e la coppa d’oro con il cuore del suo amato, Lisabetta con la testa dell’amante nel vaso di basilico). I personaggi rivivono nelle splendide miniature del XIV e XV secolo che impreziosiscono questa edizione e che sono presentate dal testo introduttivo di Sonia Chiodo: illustrazioni capaci di racchiudere in una sola immagine la morale della novella raccontata e allo stesso tempo di contenere ogni aspetto della narrazione nei suoi più minuziosi dettagli.