Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Le baruffe chiozzotte

Carlo Goldoni Tullio Avoledo

Bur

Un’improvvisata compagnia teatrale prova una commedia per il martedì grasso. La scelta cade sulle Baruffe chiozzotte di Goldoni, ma c’è un problema: il testo, in dialetto chiozzotto del Settecento, è incomprensibile agli attori come al pubblico. Il regista decide perciò di tradurlo in italiano moderno: ma forse non basterà adattare il linguaggio, anche il contesto andrà “tradotto”, per permettere agli spettatori di godere dello humour goldoniano. Le chiozzotte, rappresentate la prima volta nel 1762, tratteggiano la vita del popolo sullo sfondo dei canali della Chioggia settecentesca. Opera vivacissima e molto apprezzata al tempo, ritrova la sua esuberante vitalità nella riscrittura brillante di Tullio Avoledo, popolata di invenzioni e personaggi capaci di far ridere e commuovere allo stesso tempo. Proprio come i loro antenati goldoniani. Conclude il volume, in appendice, il testo originale della commedia con le note esplicative di Carlo Goldoni.

Libri Correlati

vedi tutti