Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Lavorare uccide

Marco Rovelli

Bur
Copertina di: Lavorare uccide

Perdere la vita sul lavoro. In Italia accade troppo spesso.
Un viaggio alla scoperta delle vite nascoste dietro le cosiddette "morti bianche".
Per sconfiggere il silenzio e l'indifferenza che le circonda.

Articolo 35: "La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme e applicazioni".
- Costituzione della Repubblica italiana

Negli ultimi anni le vittime per incidenti sul lavoro sono state più di quelle occidentali in Iraq. Peggio di una guerra. "Morti bianche", senza voce, relegate a poche righe sui giornali, miseri loculi anagrafici. Per queste vittime del silenzio, della negligenza e della distrazione, Marco Rovelli intraprende un viaggio che tocca ogni angolo del Paese, in cui restituisce un volto e una dignità a chi è morto e una voce al dolore, alla rabbia, all'impotenza di chi è rimasto.
Lavorare uccide si addentra nelle logiche più feroci della produzione e del profitto: dal just in time al perverso labirinto di appalti e subappalti, dalla crisi dei sindacati all'omertà dei colleghi, dalle norme di sicurezza ignorate a una giustizia che troppo spesso non viene fatta.
Attraverso storie, testimonianze e dati, un'inchiesta appassionata e atipica che ci aiuta a capire per quali barbari meccanismi la vita di un uomo vale solo pochi euro, e quanta strada resta ancora da fare per mettere fine a questa vergogna.

Libri Correlati

vedi tutti