Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La vita quotidiana in giappone al tempo dei samurai (1185-1603)

Louis Frédéric

Bur

QUANDO L’ONORE INCONTRA L’AVVENTURA

Alla fine del XII secolo, l’Asia, così come l’Occidente, entra in un periodo di disordini politici e spirituali che porteranno profonde mutazioni nell’assetto geografico e sociale dei paesi medievali. In Giappone per quattro secoli si susseguono dinastie di Sh¯ogun, i dittatori militari, sullo sfondo dei conflitti tra uomini e idee contrastanti. “Gli aristocratici sulla via del declino continueranno a vegetare nella capitale, Ky¯oto, mentre il resto del paese vivrà tempi eroici, virili, movimentati”, e saranno i Samurai, il cui primo dovere è sempre quello militare, a incarnare gli ideali generati dalle nuove concezioni sociali: l’amore per la propria terra, la fedeltà alla parola data, l’entusiasmo per le idee nobili, l’onore e l’avventura, l’accanimento nel lavoro e il disprezzo per la morte; ideali che creano nuove abitudini e dinamiche all’interno della società. Perché i guerrieri si truccavano e si presentavano profumati al nemico? Come mai le relazioni amorose erano spesso fragili e fugaci? In che modo si svolgevano i riti e gli incantesimi per guarire un malato? Nonostante la scarsa documentazione pervenutaci, grazie alla letteratura degli Emakimono, i famosi rotoli miniati nipponici, Louis Frédéric riesce a fornire un quadro del Giappone dell’epoca avvincente e dettagliato, rara occasione per esplorarne la vita quotidiana della gente comune più di quella dei famosi e dei potenti.