Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La vita quotidiana a Firenze ai tempi dei medici

Jean Lucas-Dubreton

Bur

Mestieri, amori, vizi nella città splendente

Mestieri, amori, vizi nella città splendente

È il febbraio 1469 e uno straniero in visita a Firenze si meraviglia nell’udire il chiasso di una festa magnifica, dove compaiono schiere di paggi, giostre di stendardi e trombe, argenti, pietre preziose, persino leopardi al guinzaglio. Un’insegna, più alta di tutte, porta lo stemma dei tre gigli, e una frase ricamata in oro: Il tempo ritorna. Sono i festeggiamenti per il matrimonio di Lorenzo de’ Medici con Clarice Orsini, che dureranno per molti giorni, regalando a Firenze uno splendore unico per l’epoca. L’influenza della famiglia Medici, grazie alla lungimiranza e alla prudenza di Cosimo, e alla politica abile e illuminata di Lorenzo, crescerà fino a diventare una vera e propria egemonia, e durerà fino al 1737, trasformando le basi e la società della repubblica fiorentina. La rievocazione di Lucas-Dubreton ci permette di scendere nelle strade della città, seguire i giochi, i passatempi ma anche la vita pubblica del giovane comune in piena crescita. Parteciperemo a feste, carnevalate, incontreremo persino Lorenzo il Magnifico sul carro dei mascherati, e vedremo con i nostri occhi tutta la bellezza della Firenze medicea, un motore di vita e di idee rimasto insuperato.