Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La valigia di Hana

Karen Levine

Bur

Una storia vera. Con la versione teatrale di Emil Sher

Nel marzo del 2000 una vecchia valigia arriva nel museo dell’Olocausto di Tokyo, in Giappone, suscitando la curiosità di un gruppo di bambini e della giovane direttrice, Fumiko Ishioka. Sopra, con una vernice bianca, c’è scritto: Hana Brady, 16 maggio 1931, Waisenkind (che in tedesco significa orfana). Ma chi era questa Hana? E che cosa le è successo? Fumiko parte per l’Europa, destinazione Praga, decisa a scoprire la storia della piccola Hana e della sua valigia finita ad Auschwitz. Un libro importante, che ha la forza del documento. Con foto e disegni originali.

Libri Correlati

vedi tutti