La Tripla vita di Michele Sparacino

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Camilleri è quel raro tipo di narratore ipotizzato
da Joyce, che se ne sta accanto alla sua
opera, in disparte, a curarsi le unghie. E con
che arte, quale senso del ritmo e abile polifonia
ci rappresenta la sua Sicilia.
– Raffaele La Capria

 

 

A Vigata c’è un agitatore di folle che di nome fa Michele Sparacino. Aizza i lavoratori delle cave di zolfo e innesca uno sciopero generale che unisce panettieri e netturbini, maestri e impiegati. Ma Michele Sparacino, in realtà, è il risultato della fantasia di Liborio Sparuto, giornalista pigro e bugiardo che inventa il fuorilegge per spiegare ai suoi lettori i fatti che sconvolgono Vigata. E però un Michele Sparacino esiste davvero, nato “alla mezzanotti spaccata tra il tri e il quattro di ghinnaro” del 1898. Puntualmente fuori tempo e fuori posto, il poveretto diviene protagonista di un’intrecciata commedia degli equivoci. Andrea Camilleri ci regala una storia di crudele ironia, troppo amara per essere vera ma troppo verosimile per non diventare lo specchio di una certa Italia. Completa il libro una conversazione di Francesco Piccolo con l’autore sul mestiere di scrivere.

Camilleri è quel raro tipo di narratore ipotizzato
da Joyce, che se ne sta accanto alla sua
opera, in disparte, a curarsi le unghie. E con
che arte, quale senso del ritmo e abile polifonia
ci rappresenta la sua Sicilia.
– Raffaele La Capria

 

 

A Vigata c’è un agitatore di folle che di nome fa Michele Sparacino. Aizza i lavoratori delle cave di zolfo e innesca uno sciopero generale che unisce panettieri e netturbini, maestri e impiegati. Ma Michele Sparacino, in realtà, è il risultato della fantasia di Liborio Sparuto, giornalista pigro e bugiardo che inventa il fuorilegge per spiegare ai suoi lettori i fatti che sconvolgono Vigata. E però un Michele Sparacino esiste davvero, nato “alla mezzanotti spaccata tra il tri e il quattro di ghinnaro” del 1898. Puntualmente fuori tempo e fuori posto, il poveretto diviene protagonista di un’intrecciata commedia degli equivoci. Andrea Camilleri ci regala una storia di crudele ironia, troppo amara per essere vera ma troppo verosimile per non diventare lo specchio di una certa Italia. Completa il libro una conversazione di Francesco Piccolo con l’autore sul mestiere di scrivere.

Commenti

Autore


  • autore_img
    Andrea Camilleri

    è nato a Porto Empedocle nel 1925 e vive a Roma. Dopo una lunga carriera come regista teatrale, televisivo e radiofonico, nel 1978 esordisce nella narrativa. Nel 1994 crea la fortunata serie del comm [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: BEST BUR
    • Prezzo: 8.90 €
    • Pagine: 96
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA / CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817041379

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...