La sezione aurea

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Storia di un numero e di un mistero che dura da tremila anni

Storia di un numero e di un mistero che dura da tremila anni

Verso il VI secolo i Pitagorici fecero una scoperta sorprendente: trovarono un numero che non era intero, né poteva essere ricondotto a numeri interi. Il primissimo numero irrazionale, composto da una sequenza di cifre indefinita, crea le coordinate di una proporzione geometrica che rappresenta quanto di più vicino esista al piacere provocato da un’opera d’arte: la sezione aurea. Chi poteva immaginare che questa forma semplice avrebbe definito nei secoli un canone d’equilibrio universale? L’ordine elegante dei petali di una rosa, la spirale inconsapevole che diventa conchiglia, il regolare ammassarsi delle galassie nello spazio: la stessa proporzione ha ispirato nei secoli la ricerca matematica, l’arte e l’architettura da Fidia a Le Corbusier, la musica da Bartók a Bach, e ci lascia pieni di soggezione davanti a questo continuo apparire in situazioni e fenomeni formalmente privi di collegamento. Mario Livio, astrofisico ed eccezionale divulgatore scientifico, ci conduce alla scoperta di questo mistero, all’intersezione tra il mondo della fisica e l’universo delle creazioni artistiche, dove il fascino enigmatico del rapporto aureo continua a suscitare un profondo senso di meraviglia. Un’indagine che ripercorre tremila anni di scoperte sul numero irrazionale preferito dai matematici: il pi greco, la prima immagine storica dell’infinito.

Storia di un numero e di un mistero che dura da tremila anni

Storia di un numero e di un mistero che dura da tremila anni

Verso il VI secolo i Pitagorici fecero una scoperta sorprendente: trovarono un numero che non era intero, né poteva essere ricondotto a numeri interi. Il primissimo numero irrazionale, composto da una sequenza di cifre indefinita, crea le coordinate di una proporzione geometrica che rappresenta quanto di più vicino esista al piacere provocato da un’opera d’arte: la sezione aurea. Chi poteva immaginare che questa forma semplice avrebbe definito nei secoli un canone d’equilibrio universale? L’ordine elegante dei petali di una rosa, la spirale inconsapevole che diventa conchiglia, il regolare ammassarsi delle galassie nello spazio: la stessa proporzione ha ispirato nei secoli la ricerca matematica, l’arte e l’architettura da Fidia a Le Corbusier, la musica da Bartók a Bach, e ci lascia pieni di soggezione davanti a questo continuo apparire in situazioni e fenomeni formalmente privi di collegamento. Mario Livio, astrofisico ed eccezionale divulgatore scientifico, ci conduce alla scoperta di questo mistero, all’intersezione tra il mondo della fisica e l’universo delle creazioni artistiche, dove il fascino enigmatico del rapporto aureo continua a suscitare un profondo senso di meraviglia. Un’indagine che ripercorre tremila anni di scoperte sul numero irrazionale preferito dai matematici: il pi greco, la prima immagine storica dell’infinito.

Commenti

Autore


  • Mario Livio

    , astrofisico di fama internazionale, lavora presso lo Space Telescope Science Institute, che coordina il programma scientifico del telescopio spaziale Hubble. In BUR sono disponibili anche La sezione [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Genere e argomento: Scienza e Tecnologia
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 13.00 €
    • Pagine: 416
    • Formato libro: 23 x 15
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817095105

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...