Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La seconda vita di Annibale Canessa

Roberto Perrone

Bur

“Una potenza di fuoco impressionante e una padronanza dei meccanismi narrativi che lascia ammirati.” Antonio D’Orrico

Negli anni Settanta Annibale Canessa è stato l’uomo di punta nella lotta al terrorismo, quella combattuta in strada, dove le ideologie o i colori politici contavano zero, le pistole sparavano e troppa gente è rimasta a terra. Poi c’è stato quel giorno nero del 1984 in cui tutto è crollato, certezze, fiducia, sogni… Così l’irruente Canessa ha lasciato l’Arma per un personale esilio a San Fruttuoso, tra nuotate all’alba e la gestione di un piccolo ristorante con l’anziana zia. Quando a Milano suo fratello Napoleone, che non vedeva da trent’anni, viene ucciso a colpi di Kalashnikov insieme a Pino Petri, l’ex terrorista arrestato proprio da Canessa tanti anni prima, arriva per lui il momento di disseppellire una verità tenuta nascosta troppo a lungo. Perché dalle ombre del passato non ci si libera mai del tutto. Un romanzo noir senza sconti, impeccabile, e un protagonista tormentato e indimenticabile.

Libri Correlati

vedi tutti