La Rabbia e l’Orgoglio

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Prefazione di Ferruccio de Bortoli.

“Lei, combattente irriducibile dal suo eremo americano, amava andare controcorrente. Ma da sola.”
— Dalla Prefazione di Ferruccio de Bortoli

Con La Rabbia e l’Orgoglio (2001), Oriana Fallaci rompe un silenzio durato dieci anni, dalla pubblicazione di Insciallah, epico romanzo sulla missione occidentale di pace nella Beirut dilaniata dallo scontro tra cristiani e musulmani e dalle faide con Israele. Dieci anni in cui la Fallaci sceglie di vivere ritirata nella sua casa newyorchese, come in esilio, a combattere il cancro. Ma non smette mai di lavorare al testo narrativo dedicato alla sua famiglia, quello che lei chiama “il-mio-bambino”, pubblicato postumo nel 2008, Un cappello pieno di ciliege.
L’Undici Settembre le impone di tornare con furia alla macchina da scrivere per dar voce a quelle idee che ha sempre coltivato nelle interviste, nei reportage, nei romanzi, ma che ha poi “imprigionato dentro il cuore e dentro il cervello” dicendosi “tanto-la-gente-non-vuole-ascoltare”. Il risultato è un articolo sul “Corriere della Sera” del 29 settembre 2001, un sermone lo definisce lei stessa, accolto con enorme clamore in Italia e all’estero.
Esce in forma di libro nella versione originaria e integrale, preceduto da una prefazione in cui la Fallaci affronta alle radici la questione del terrorismo islamico e parla di sé, del suo isolamento, delle sue scelte rigorose e spietate. La risposta è esplosiva, le polemiche feroci. Mentre i critici si dividono, l’adesione dei lettori, in tutto il mondo, è unanime di fronte alla passione che anima queste pagine. La Rabbia e l’Orgoglio, imprescindibile per capire i nostri tempi e quelli a venire, è pubblicato nella collana BUR delle Opere di Oriana Fallaci con la prefazione di Ferruccio de Bortoli che, direttore del “Corriere” nel 2001, chiese a Oriana l’articolo sull’abbattimento delle due Torri a Manhattan. In Appendice, due testi scritti dalla Fallaci a commento delle edizioni francese e americana.

Ferruccio de Bortoli, giornalista, è direttore del “Corriere della Sera”.

Prefazione di Ferruccio de Bortoli.

“Lei, combattente irriducibile dal suo eremo americano, amava andare controcorrente. Ma da sola.”
— Dalla Prefazione di Ferruccio de Bortoli

Con La Rabbia e l’Orgoglio (2001), Oriana Fallaci rompe un silenzio durato dieci anni, dalla pubblicazione di Insciallah, epico romanzo sulla missione occidentale di pace nella Beirut dilaniata dallo scontro tra cristiani e musulmani e dalle faide con Israele. Dieci anni in cui la Fallaci sceglie di vivere ritirata nella sua casa newyorchese, come in esilio, a combattere il cancro. Ma non smette mai di lavorare al testo narrativo dedicato alla sua famiglia, quello che lei chiama “il-mio-bambino”, pubblicato postumo nel 2008, Un cappello pieno di ciliege.
L’Undici Settembre le impone di tornare con furia alla macchina da scrivere per dar voce a quelle idee che ha sempre coltivato nelle interviste, nei reportage, nei romanzi, ma che ha poi “imprigionato dentro il cuore e dentro il cervello” dicendosi “tanto-la-gente-non-vuole-ascoltare”. Il risultato è un articolo sul “Corriere della Sera” del 29 settembre 2001, un sermone lo definisce lei stessa, accolto con enorme clamore in Italia e all’estero.
Esce in forma di libro nella versione originaria e integrale, preceduto da una prefazione in cui la Fallaci affronta alle radici la questione del terrorismo islamico e parla di sé, del suo isolamento, delle sue scelte rigorose e spietate. La risposta è esplosiva, le polemiche feroci. Mentre i critici si dividono, l’adesione dei lettori, in tutto il mondo, è unanime di fronte alla passione che anima queste pagine. La Rabbia e l’Orgoglio, imprescindibile per capire i nostri tempi e quelli a venire, è pubblicato nella collana BUR delle Opere di Oriana Fallaci con la prefazione di Ferruccio de Bortoli che, direttore del “Corriere” nel 2001, chiese a Oriana l’articolo sull’abbattimento delle due Torri a Manhattan. In Appendice, due testi scritti dalla Fallaci a commento delle edizioni francese e americana.

Ferruccio de Bortoli, giornalista, è direttore del “Corriere della Sera”.

Commenti

Autore


  • autore_img
    Oriana Fallaci

    ORIANA FALLACI (1929-2006), fiorentina, è stata definita “uno degli autori più letti ed amati del mondo” dal rettore del Columbia College of Chicago che le ha conferito la la [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: BEST BUR
    • Prezzo: 10.00 €
    • Pagine: 180
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817035606
    • ISBN E-book: 9788858600719

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...