Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La Prova matematica dell’inesistenza di Dio

Bur
Copertina di: La Prova matematica dell’inesistenza di Dio

Decostruire la teologia non
eliminerà né i fedeli né i preti ,
e meno che mai il papa e Dio, ma
è un’attività benemerita.
Piergiorgio Odifreddi



I creazionisti sostengono che nessuna cosa può essere causa di se stessa; allora chi ha creato Dio? I fondamentalisti notano l’improbabilità dell’evoluzione; perché non quella di una qualsiasi mano di bridge? John Allen Paulos ci offre una feroce rassegna dei cosiddetti “argomenti razionali” dei teisti convinti. Paradossali, fulminanti e impeccabili, le sue controprove “matematiche” li smontano uno per uno, senza formule, ma solo con molta laica logica e altrettanta dissacrante ironia. Dio, ammette l’autore, può essere per alcuni un’idea necessaria. Ma di per sé non è più reale (e non è certo più utile) di una qualunque teoria complottista: un modo per ostinarsi a cercare ragioni nascoste dietro eventi casuali. La fede è solo questione di fede. E purtroppo, spesso, di credulità.