Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

mandragola

Niccolò Machiavelli Guido Davico Bonino

Bur

di Niccolò Machiavelli

Fra il 1518 e il 1520, condannato al confino e all’inattività politica nel podere dell’Albergaccio a Sant’Andrea in Percussina, Niccolò Machiavelli si dedica alla scrittura della Mandragola, destinata a diventare un indiscusso capolavoro del teatro rinascimentale. Osservatore attento dei vizi e dei comportamenti umani, lo scrittore fiorentino getta uno sguardo impietoso e acuminato sulla società fiorentina e la descrive in una commedia amara, che fa ridere e riflettere. La vicenda ruota attorno allo sciocco messer Nicia: ossessionato dal desiderio di paternità, Nicia si affida al sedicente medico Callimaco che, innamorato della bella moglie di lui Lucrezia, escogita un astuto tranello per ottenerne la virtù. La lucida causticità di Machiavelli rivive in queste pagine con rinnovato slancio grazie alla traduzione in italiano moderno di Guido Davico Bonino, che ci restituisce un’opera di assoluta modernità, irresistibile specchio di una società governata, ieri come oggi, dal dominio degli istinti e delle passioni.

Libri Correlati

vedi tutti