La Libertà. L’utilitarismo. L’asservimento delle donne

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


L'affermazione del principio liberale e del sistema proporzionale si devono indubbiamente all'opera di un uomo della statura spirituale e morale di John Stuart Mill
Piero Godetti

Negli ultimi anni l'opera di Mill e stata oggetto di un rinnovato interesse. Lo si deve al suo impegno in difesa dei diritti civili e al tentativo di conciliare il criterio della felicita generale, principio guida dell'utilitarismo classico, con il rispetto dell'autonomia individuale che sta a fondamento della teoria liberale.

I tre scritti etici che qui si propongono chiariscono la natura del suo utilitarismo riformato. La libertà (1854), L'utilitarismo (1861) e L'asservimento delle donne (1869) mostrano i principi cardine della sua filosofia. Principi che ritroviamo nell'impegno per la liberta di espressione e l'autonomia nelle scelte personali, contro qualsiasi coercizione da parte dell'opinione pubblica e dello Stato, nella campagna per il riconoscimento del diritto di voto alle donne e nella battaglia per l'annullamento di ogni forma di discriminazione tra i sessi.
Introduzione di Eugenio Lecaldano

John Stuart Mill (Londra 1806 ? Avignone 1873), allievo di Jeremy Bentham, figlio del filosofo James Mill, e uno dei grandi maestri del liberalismo classico e dell'utilitarismo moderno.

Eugenio Lecaldano (Treviso 1940) insegna Storia della filosofia morale all'Università di Roma-La Sapienza. Ha scritto, tra l'altro, Etica (1995) e Bioetica. Le scelte morali (1999). Per la BUR ha curato anche Teoria dei sentimenti morali di Adam Smith.

L'affermazione del principio liberale e del sistema proporzionale si devono indubbiamente all'opera di un uomo della statura spirituale e morale di John Stuart Mill
Piero Godetti

Negli ultimi anni l'opera di Mill e stata oggetto di un rinnovato interesse. Lo si deve al suo impegno in difesa dei diritti civili e al tentativo di conciliare il criterio della felicita generale, principio guida dell'utilitarismo classico, con il rispetto dell'autonomia individuale che sta a fondamento della teoria liberale.

I tre scritti etici che qui si propongono chiariscono la natura del suo utilitarismo riformato. La libertà (1854), L'utilitarismo (1861) e L'asservimento delle donne (1869) mostrano i principi cardine della sua filosofia. Principi che ritroviamo nell'impegno per la liberta di espressione e l'autonomia nelle scelte personali, contro qualsiasi coercizione da parte dell'opinione pubblica e dello Stato, nella campagna per il riconoscimento del diritto di voto alle donne e nella battaglia per l'annullamento di ogni forma di discriminazione tra i sessi.
Introduzione di Eugenio Lecaldano

John Stuart Mill (Londra 1806 ? Avignone 1873), allievo di Jeremy Bentham, figlio del filosofo James Mill, e uno dei grandi maestri del liberalismo classico e dell'utilitarismo moderno.

Eugenio Lecaldano (Treviso 1940) insegna Storia della filosofia morale all'Università di Roma-La Sapienza. Ha scritto, tra l'altro, Etica (1995) e Bioetica. Le scelte morali (1999). Per la BUR ha curato anche Teoria dei sentimenti morali di Adam Smith.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: CONTEMPORANEA
    • Prezzo: 0.00 €
    • Pagine: 496
    • Formato libro: 18 x 11
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817172899
    • ISBN E-book: 9788858652749

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...