La guerra del lavoro

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...

,

Precariato, disoccupazione, licenziamenti, perché nessuno è al sicuro: come trovare un posto dignitoso in un conflitto ormai globale.

Due giornalisti che da anni indagano le realtà dell'universo occupazionale denunciano assurdità e contraddizioni del sistema attuale, e suggeriscono strategie di sopravvivenza per cavarsela nell'anarchia del lavoro all'italiana.

Precari contro pensionati, uomini contro donne, autonomi contro statali, dipendenti contro professionisti: negli ultimi anni il mondo del lavoro italiano si è trasformato in un vero e proprio campo di battaglia, in cui – tra giovani in fuga, cinquantenni licenziati e imprese al collasso – la scarsità di posti disponibili e l’assenza di riforme efficaci hanno causato una pericolosa spirale di tensioni e reciproche accuse. Dopo aver indagato per anni le realtà dell’universo occupazionale, Passerini e Marino denunciano contraddizioni e assurdità del sistema attuale e spiegano come districarsi nella giungla lavorativa italiana: dal ruolo cardine della formazione alle molteplici possibilità per reinventare il proprio mestiere, dai profili più richiesti alle migliori occasioni di impresa e investimento, fino alle potenzialità connesse alla rivoluzione delle nuove professioni, gli autori spiegano come uscire dalla guerra assurda in cui siamo imprigionati e, soprattutto, mostrano quali sono le idee e i progetti già oggi esistenti in Italia e in Europa per creare lavoro e costruire così un futuro dignitoso per noi stessi e il Paese.

Precariato, disoccupazione, licenziamenti, perché nessuno è al sicuro: come trovare un posto dignitoso in un conflitto ormai globale.

Due giornalisti che da anni indagano le realtà dell'universo occupazionale denunciano assurdità e contraddizioni del sistema attuale, e suggeriscono strategie di sopravvivenza per cavarsela nell'anarchia del lavoro all'italiana.

Precari contro pensionati, uomini contro donne, autonomi contro statali, dipendenti contro professionisti: negli ultimi anni il mondo del lavoro italiano si è trasformato in un vero e proprio campo di battaglia, in cui – tra giovani in fuga, cinquantenni licenziati e imprese al collasso – la scarsità di posti disponibili e l’assenza di riforme efficaci hanno causato una pericolosa spirale di tensioni e reciproche accuse. Dopo aver indagato per anni le realtà dell’universo occupazionale, Passerini e Marino denunciano contraddizioni e assurdità del sistema attuale e spiegano come districarsi nella giungla lavorativa italiana: dal ruolo cardine della formazione alle molteplici possibilità per reinventare il proprio mestiere, dai profili più richiesti alle migliori occasioni di impresa e investimento, fino alle potenzialità connesse alla rivoluzione delle nuove professioni, gli autori spiegano come uscire dalla guerra assurda in cui siamo imprigionati e, soprattutto, mostrano quali sono le idee e i progetti già oggi esistenti in Italia e in Europa per creare lavoro e costruire così un futuro dignitoso per noi stessi e il Paese.

Commenti

Autori (2)


  • Walter Passerini

    Walter Passerini, editorialista della “Stam­pa” e curatore delle pagine di “Tuttolavoro”, è stato responsabile dei principali supplementi dedicati al mondo del lavor [...]

  • Ignazio Marino

    IGNAZIO MARINO, giornalista a “Italia Oggi” dal 2002, è specialista dei temi relativi al mondo del lavoro e delle professioni. Insieme a Walter Passerini è autore del libro Senza pensioni (Chiar [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Genere e argomento: Politica e Attualità
    • Collana: FUTUROPASSATO
    • Prezzo: 13.00 €
    • Pagine: 416
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817073110
    • ISBN E-book: 9788858667422

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...