La Grande guerra degli italiani

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


La nostra compagine è salda, nuove prove certo ci attendono: riaffermiamo al nemico che dove è Italia, è fede, è forza, è abnegazione. Per l'Italia, per il Re, per la civiltà, perseveriamo sicuri e tenaci nel compimento del sacro dovere.
? Armando Diaz, proclama del 24 giugno 1916

La Prima guerra mondiale fu un evento di dimensioni inaudite che sterminò un'intera generazione e segnò la fine della vecchia Europa, ma fu anche la prima grande esperienza collettiva degli italiani. Per la prima volta si trovarono fianco a fianco giovani provenienti da più regioni che parlavano dialetti diversi e la vita di coloro che non andarono al fronte fu segnata da uno sforzo che assorbì tutte le energie della nazione: le donne dovettero assumersi la responsabilità delle famiglie, svolsero lavori tradizionalmente maschili ed ebbero un'inedita presenza pubblica; i bambini, che vedevano il padre e i fratelli maggiori partire per il fronte, vissero per anni in un mondo che, attraverso i giornalini e i libri di scuola, parlava loro unicamente di guerra. Vincitore del premio Acqui Storia nel 1999, La grande guerra degli italiani è un affresco storico in cui accanto ai "fatti" trovano spazio le aspettative, le emozioni, le paure, in una parola le mentalità dei tanti protagonisti della "guerra totale".

La nostra compagine è salda, nuove prove certo ci attendono: riaffermiamo al nemico che dove è Italia, è fede, è forza, è abnegazione. Per l'Italia, per il Re, per la civiltà, perseveriamo sicuri e tenaci nel compimento del sacro dovere.
? Armando Diaz, proclama del 24 giugno 1916

La Prima guerra mondiale fu un evento di dimensioni inaudite che sterminò un'intera generazione e segnò la fine della vecchia Europa, ma fu anche la prima grande esperienza collettiva degli italiani. Per la prima volta si trovarono fianco a fianco giovani provenienti da più regioni che parlavano dialetti diversi e la vita di coloro che non andarono al fronte fu segnata da uno sforzo che assorbì tutte le energie della nazione: le donne dovettero assumersi la responsabilità delle famiglie, svolsero lavori tradizionalmente maschili ed ebbero un'inedita presenza pubblica; i bambini, che vedevano il padre e i fratelli maggiori partire per il fronte, vissero per anni in un mondo che, attraverso i giornalini e i libri di scuola, parlava loro unicamente di guerra. Vincitore del premio Acqui Storia nel 1999, La grande guerra degli italiani è un affresco storico in cui accanto ai "fatti" trovano spazio le aspettative, le emozioni, le paure, in una parola le mentalità dei tanti protagonisti della "guerra totale".

Commenti

Autore


  • Antonio Gibelli

    ANTONIO GIBELLI (Genova 1942) è professore ordinario di Storia contemporanea presso la facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Genova. Ha diretto la rivista "Movimento operaio e socialist [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 0.00 €
    • Pagine: 400
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817015073

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...