Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La Buona fede

Emanuele Severino

Bur
Copertina di: La Buona fede

“Essere morali allo scopo di produrre ricchezza, essere
buoni per essere ricchi, significa non essere morali e
non essere buoni.”

Emanuele Severino affronta la filosofia morale, la “ragion pratica”, e discute della “virtù” sollevando il velo dei luoghi comuni sulla buona fede, l’etica della tradizione, il matrimonio cattolico, la preghiera, la volontà di verità. Dalla corruzione pubblica alle marce contro i pedofili, dalle implicazioni del “Padre nostro” ai fondamenti dell’etica laica, dalle pratiche contraccettive ammesse dalla Chiesa all’indifferenza dei popoli ricchi per le sofferenze di quelli poveri, tutti argomenti noti ma visti per la prima volta da una prospettiva radicalmente nuova, quale è quella di Severino.
Attraverso l’analisi e la critica del pensiero di giganti come Platone, Aristotele, Spinoza, Kant, Bergson, Nietzsche, si snoda un intenso percorso di riflessione sull’essenza e sulle contraddizioni della ragion pratica, che conduce allo smascheramento e alla presa di coscienza della “follia dell’Occidente”.

Libri Correlati

vedi tutti