Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

L’ola continua

John Beer

Bur
Copertina di: L’ola continua

A cura di John Beer, autore di La classe fa la ola mentre spiego. Note disciplinari dalle scuole più pazze d'Italia. Il peggio del 2007 Gli alunni intonano canti alpini durante l'ora di disegno. L'alunno G. alla mia domanda: "Quando morì Manzoni?" risponde con arroganza: "Ho studiato la vita, non la morte." L' alunno G. fa il verso della pecora quando l'insegnante pronuncia il nome di Beethoven. La classe IA abbassa le tapparelle e in coro intona l'inno di Mameli sbattendo i banchi contro il muro. Lo studente C. dice di essere in un periodo di rifiuto verso la cultura. Chiedo colloquio con i genitori. L'alunno D. festeggia il suo quarto compleanno nell'arco di sei mesi. DOPO LO STREPITOSO SUCCESSO DI "LA CLASSE FA LA OL A MENTRE SPIEGO", ARRIVANO LE PIÙ DIVERTENTI NOTE DISCIPLINARI DELL'ULTIMO ANNO SCOLASTICO. "Un testo esilarante in cui i professori narrano le loro incredibili (dis)avventure in classe, per un divertimento assicurato. Che non sia soltanto quella messa in scena da John Beer ce lo auguriamo; ma la scuola è anche questa." Giorgio De Rienzo, IL CORRIERE DELLA SERA Dopo il clamoroso successo del suo primo libro, La classe fa la ola mentre spiego, John Beer prosegue nella sua esilarante raccolta di note disciplinari bizzarre o strampalate. Il meglio della creatività di alunni e professori arriva fino a noi direttamente dalle pagine del registro di classe, vero e proprio diario di bordo durante la lunga traversata dell'anno scolastico. Un diario che raccoglie situazioni tragicomiche, raccontate e descritte nei minimi dettagli da professori che sembrano non riuscire a nascondere un divertito piacere narrativo. Frasi surreali, risposte caustiche e talora geniali, dialoghi irriverenti che risuonano nelle note di insegnanti esasperati. Ed è sempre al registro di classe che i professori consegnano il loro scoramento, in dichiarazioni di resa tanto sofferte quanto involontariamente comiche. In uno stile talora ricercato, talora secco e ufficiale come quello di un verbale, la penna dell'insegnante ritrae e sanziona le situazioni più incredibili. Raccolte grazie al visitatissimo blog curato da Beer, queste note rimandano a situazioni memorabili, imprese goliardiche, intuizioni di folgorante comicità. Un libro che ci fa ridere, talvolta trasalire, e ci parla di un periodo di spensieratezza e divertimento. Un libro scritto per lo studente che ciascuno di noi è, o è stato.

Libri Correlati

vedi tutti