Ione

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


A cura di Maria Serena Mirto

Testo greco a fronte

“E’ il primo dramma in cui troviamo insieme gli elementi della forma comica standard, quale poi si vedrà in Menandro, Plauto, Shakespeare, Molière fino a Oscar Wilde.”
Bernard Knox

Alternando i colori cupi della tragedia a quelli brillanti di una commedia ironica, lo Ione mette in scena l’incontro della principessa ateniese Creusa con il figlio adolescente, da lei abbandonato alla nascita per tenere segreto lo stupro di cui è stata vittima. Autore della violenza è Apollo, dio della verità oracolare, che ha salvato il bambino e lo ha fatto crescere nel suo santuario di Delfi.
Nell’intreccio si susseguono equivoci, rivelazioni, un avvelenamento e una condanna a morte sventati in extremis. Il riconoscimento tra madre e figlio, voluto dalla provvidenza divina ma favorito dal caso, garantisce alla fine, non senza ombre, la felicità dei protagonisti. L’introduzione e il ricco commento evidenziano, nell’originale disegno di questa moderna tragedia “a lieto fine”, i modi in cui la drammaturgia di Euripide dissacra il mito di fondazione di Atene e della stirpe ionica.

Maria Serena Mirto insegna Storia della cultura e della tradizione classica all’Università di Pisa. Per BUR ha curato anche l’Eracle, sempre di Euripide.

A cura di Maria Serena Mirto

Testo greco a fronte

“E’ il primo dramma in cui troviamo insieme gli elementi della forma comica standard, quale poi si vedrà in Menandro, Plauto, Shakespeare, Molière fino a Oscar Wilde.”
Bernard Knox

Alternando i colori cupi della tragedia a quelli brillanti di una commedia ironica, lo Ione mette in scena l’incontro della principessa ateniese Creusa con il figlio adolescente, da lei abbandonato alla nascita per tenere segreto lo stupro di cui è stata vittima. Autore della violenza è Apollo, dio della verità oracolare, che ha salvato il bambino e lo ha fatto crescere nel suo santuario di Delfi.
Nell’intreccio si susseguono equivoci, rivelazioni, un avvelenamento e una condanna a morte sventati in extremis. Il riconoscimento tra madre e figlio, voluto dalla provvidenza divina ma favorito dal caso, garantisce alla fine, non senza ombre, la felicità dei protagonisti. L’introduzione e il ricco commento evidenziano, nell’originale disegno di questa moderna tragedia “a lieto fine”, i modi in cui la drammaturgia di Euripide dissacra il mito di fondazione di Atene e della stirpe ionica.

Maria Serena Mirto insegna Storia della cultura e della tradizione classica all’Università di Pisa. Per BUR ha curato anche l’Eracle, sempre di Euripide.

Commenti

Autore


  • Euripide

    Euripide (484-406 a.C.) BUR sta pubblicando la maggior parte delle opere.


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: CLASSICI GRECI E LATINI
    • Prezzo: 12.00 €
    • Pagine: 360
    • Formato libro: 18 x 11
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817028936
    • ISBN E-book: 9788858649022

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...