Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Infanzia

Maksim Gorkij

Bur
Copertina di: Infanzia

Introduzione di Erica Klein
Traduzione e note di Emanuela Guercetti

“Gor’kij nella sua opera è rimasto sempre un uomo libero, un cercatore di verità esistenziali.”
Erica Klein

Scritto nel 1813, Infanzia è il primo di una trilogia autobiografica che comprende anche Fra la gente e Le mie università. In una sorta di bildungsroman, Aleksej Peškov (alias Gor’kij) percorre le tappe della propria infanzia: dalla morte del padre all’abbandono della madre; dalla difficile vita a casa del nonno al rapporto privilegiato con la nonna materna, che con il suo mondo di fiabe e leggende aiuterà il piccolo Aleksej ad affrontare le barbarie della vita; dall’incontro con una folla variopinta di stravaganti e indimenticabili personaggi del sottosuolo russo, al momento in cui, rimasto orfano di entrambi i genitori, si guadagnerà da vivere da solo nel vasto mondo.
E’ il tenue filo della memoria quello con cui Gork’ij lega le varie vicende che si intrecciano in questo romanzo breve permeato di una dolce e struggente malinconia, dove a una inestricabile miscela di pianto e riso si mescola il lento scorrere dei ricordi e delle impressioni.


Erica Klein è autrice di numerosi saggi sulla letteratura russa, fra cui Anima Russa. Ritratti di personaggi letterari in collaborazione con Eridano Bazzarelli. Ha inoltre tradotto diverse opere di narrativa.