Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

In difesa della giustizia

Giorgio Sturlese Tosi Pier Luigi Vigna

Bur
Copertina di: In difesa della giustizia

Quando venne fatto entrare i nostri sguardi si incrociarono appena e subito i suoi occhi inespressivi puntarono verso il basso. Spostò la sedia lontano da me e si mise a sedere. “Riina, ma lei morde?” “No.” “E allora si avvicini che non mordo neanch’io.”

Attraverso la lente delle sue indagini, Piero Luigi Vigna ripercorre i capitoli più oscuri del secondo Novecento italiano. Eventi – dallo stragismo degli anni di piombo ai delitti del Mostro di Firenze, dai rapimenti dell’Anonima Sequestri alle torbide trattative tra Stato e mafia – le cui conseguenze ancora si ripercuotono sull’Italia dei nostri giorni.
La tutela dello Stato è una partita infinita. Una strenua difesa che spesso costringe all’attacco. Una contesa che non si risolve nello scontro diretto con i criminali più noti – Senzani, Concutelli, Pacciani, Riina –, ma si popola di figure apparentemente minori. Sono i mandanti, i complici, i parenti delle vittime, i poliziotti, i politici, i giornalisti. Sono le figure con le quali Piero Luigi Vigna, nel corso della sua lunga carriera di magistrato, condotta allo stesso tempo con la razionalità dello stratega e l’istinto dell’uomo d’azione, non ha mai rifiutato il confronto, anche quando violento o equivoco.
Così come ora, chiamato a colloquio da Giorgio Sturlese Tosi, non si sottrae al suo ruolo di testimone attivo e ci racconta la sua versione dei fatti. Le sue verità.

Libri Correlati

vedi tutti