Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Il malato immaginario

Molière

Bur
Copertina di: Il malato immaginario

Ultima opera di Molière, Il malato immaginario è un’irresistibile satira sui medici e la medicina del suo tempo. Al centro della storia è Argante, l’ipocondriaco protagonista che, terrorizzato dalle infermità, condiziona la vita dei familiari e delle persone che lo circondano sulla base delle prescrizioni di medici più interessati ai suoi soldi che alla sua salute. In un susseguirsi di bizzarrie, malanni improbabili e finte cure, Molière riflette sulle paure e le credenze che determinano le scelte degli uomini e mette in ridicolo le convenzioni di una società in cui “con una toga e un cappello non si deve far altro che parlare: qualsiasi chiacchiera diventa oro colato, qualsiasi sciocchezza diventa vangelo”. Nell’introduzione, Luigi Lunari svela i retroscena e le tragiche circostanze che legano Il malato immaginario allo stesso Molière, morto il 17 febbraio 1673 in seguito a un grave malessere sorto proprio mentre recitava il ruolo di Argante nella quarta rappresentazione dell’opera.

Libri Correlati

vedi tutti