Il Linguaggio grafico della follia

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“La follia non è una negazione dell’uomo, ma una condizione che può produrre espressione, creatività, cultura.”
Vittorino Andreoli

La follia è il grande mistero con il quale Vittorino Andreoli si confronta ormai da decenni. Ma la follia non manifesta se stessa soltanto attraverso comportamenti fisici inconsulti o produzioni verbali anomale. Anche le creazioni grafiche possono essere rivelatrici, se non apertamente di un sintomo, comunque di uno stato di affezione e di sofferenza psichica.
È il 1959 quando Andreoli, ancora studente al liceo, accede per la prima volta all’atelier di pittura nel manicomio di Verona: in qualche modo comincia a vedere la follia dentro i colori che i pittori disponevano sui loro quadri. Da lì è iniziato un lungo percorso di conoscenza e di amore per i “suoi matti”. Questo volume raccoglie la summa delle sue osservazioni empiriche e delle riflessioni teoriche elaborate in cinquant’anni di professione medica, una vera e propria antologia sul linguaggio non verbale in psichiatria.
Disegni, dipinti, “espressioni” che sono al contempo indizio di malattia mentale e arte a tutti gli effetti, nella lettura lucida e partecipe di un grande esperto degli studi clinici internazionali.

“La follia non è una negazione dell’uomo, ma una condizione che può produrre espressione, creatività, cultura.”
Vittorino Andreoli

La follia è il grande mistero con il quale Vittorino Andreoli si confronta ormai da decenni. Ma la follia non manifesta se stessa soltanto attraverso comportamenti fisici inconsulti o produzioni verbali anomale. Anche le creazioni grafiche possono essere rivelatrici, se non apertamente di un sintomo, comunque di uno stato di affezione e di sofferenza psichica.
È il 1959 quando Andreoli, ancora studente al liceo, accede per la prima volta all’atelier di pittura nel manicomio di Verona: in qualche modo comincia a vedere la follia dentro i colori che i pittori disponevano sui loro quadri. Da lì è iniziato un lungo percorso di conoscenza e di amore per i “suoi matti”. Questo volume raccoglie la summa delle sue osservazioni empiriche e delle riflessioni teoriche elaborate in cinquant’anni di professione medica, una vera e propria antologia sul linguaggio non verbale in psichiatria.
Disegni, dipinti, “espressioni” che sono al contempo indizio di malattia mentale e arte a tutti gli effetti, nella lettura lucida e partecipe di un grande esperto degli studi clinici internazionali.

Commenti

Autore


  • autore_img
    Vittorino Andreoli

    Vittorino Andreoli, psichiatra di fama mondiale, è stato direttore del Dipartimento di Psichiatria di Verona - Soave ed è membro della New York Academy of Sciences. Tra le sue ultime ope [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 15.00 €
    • Pagine: 464
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817035811
    • ISBN E-book: 9788858627037

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...