Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Il Libro segreto

Gabriele D'Annunzio

Bur
Copertina di: Il Libro segreto

Il canto del cigno chiuso nella gabbia dorata del Vittoriale.
Pietro Gibellini

 

Fra le Prose di ricerca che D’Annunzio volle distinguere dalle Prose di romanzi, Il libro segreto (1935) non è solo l’ultimo testo significativo, ma il più audace per temi e sperimentazione formale. Rinunciando alla progettata autobiografia o a una proustiana recherche, il vecchio eremita del Vittoriale si racconta: presenta come cercato suicidio la misteriosa caduta dalla finestra che lo tagliò fuori dalla Marcia su Roma, e costruisce una “confessione” del suo Io più occulto, riunendo i fogli in cui fermava pensieri folgoranti, ricordi imprevisti o versi scaturiti nel dormiveglia. E vi premette una agiografia in negativo, una laica Via crucis in cui il poeta solare e guerriero si rivela “tentato di morire” fin dalla fanciullezza. L’esaustiva introduzione e l’ampio corredo di note a cura di Pietro Gibellini svelano finalmente i segreti di questo libro in larga parte criptico.

Libri Correlati

vedi tutti