Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Il divano occidentale orientale

Johann Wolfgang Goethe

Bur
Copertina di: Il divano occidentale orientale

Composto tra il 1814 e il 1827, Il Divano occidentale orientale è l’unico canzoniere del diciannovesimo secolo che si possa avvicinare, per ricchezza, densità e profondità di orizzonti, ai Fiori del male di Baudelaire. Goethe stesso lo definì come “contemplazione serena della mobile attività terrena, che si ripete sempre in cerchio o a spirale, inclinazione che ondeggia tra due mondi, tutto il reale spiegato e risolto nel simbolo”. Con grande eleganza, e con un metodo compositivo allusivo e combinatorio, Goethe costruisce un libro concepito come un avventuroso e sperimentale viaggio poetico nei generi – Massime, Riflessioni, Parabole – e nei temi – Amore, Paradiso, Nulla – che molto deve alla tradizione dei Divani lirici arabi e persiani. Cambiando registro, tono e musicalità di sezione in sezione e di verso in verso, la traduzione di Ludovica Koch e Ida Porena è straordinariamente mutevole e insieme fedele nel rendere in italiano questo indimenticabile capolavoro.

Libri Correlati

vedi tutti