Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Il Cappotto

Nikolaj Gogol'

Bur
Copertina di: Il Cappotto

Akakij Akakievič se la camminava nella più festose disposizione dei suoi sentimenti. Egli sentiva, ogni frazione di secondo, di avere sulle spalle un cappotto nuovo, e alcune volte sorrise persino per l'interiore compiacimento.
- Nikolaj Gogol' (1809 ? 1852)

Il senso della non esistenza, la descrizione profonda e autentica della condizione resa "oggetto" e la ricerca dell'ideale. Akakij Akakievič, modesto funzionario schiacciato dalla vita, grazie a un cappotto nuovo riesce a risvegliare il suo carattere e vivere una parvenza di esistenza sociale. Un sogno ironico e metafisico dove, come afferma Nabokov, "è l'assurdo la musa favorita di Gogol'". Goffaggini, tragedie, speranze tradite e illusioni riconquistate: il fantasma di Akakij si aggira dal 1843 tra noi, e continua a farlo, fantasma inquieto, oggi. 
    

Libri Correlati

vedi tutti