Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Il Canto degli Italiani

Goffredo Mameli

Bur
Copertina di: Il Canto degli Italiani

Ei muor, povero giovino,
Di sua vita nel fiore!
Il cammin della speme e della gloria
La morte gli precise.
–Goffredo Mameli

Era impossibile vederlo e non amarlo.
– Giuseppe Mazzini

 

I versi più cantati e più dibattuti dagli italiani, quelli dell’inno nazionale, nacquero dalla penna di un precocissimo poeta genovese. Morto a soli ventidue anni mentre difendeva la Repubblica Romana, nel 1949, Goffredo Mameli fu il prototipo del patriota valoroso e dell’artista romantico. Per Carducci “la sua morte fu poesia ella stessa”; Mazzini ne ricorderà con profonda nostalgia “i canti che erravano ad ora ad ora sulle sue labbra, facili, ispirati, spontanei”. I suoi componimenti civili e amorosi, raccolti in questo volume, restituiscono la figura cristallina di un giovane che attraversò come una meteora il nostro Risorgimento, riuscendo a segnare con il suo passaggio l’Ottocento poetico italiano.