Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

I Padri delle colline

Bur
Copertina di: I Padri delle colline

Introduzione di Claudio Magris

La speranza di una vita più forte del giro delle stagioni,
più chiara del cammino della Storia, confuso sogno. Là
dove tutto confluisce e finisce, tutto può ricominciare.
L’avventura per noi non è conclusa.

È solo ricordando che prendiamo coscienza di esistere. E in questo viaggio nella memoria, i fantasmi del passato che rappresentano l’inascoltato presente, hanno le loro radici nella terra del Monferrato. Tra le pagine dei Padri delle colline trovano rifugio brandelli di piemontesità, volti angelici di ragazzi partigiani, antiche battaglie e vite di uomini che dell’America hanno conosciuto solo le viscere oscure delle miniere.
Alle riflessioni autobiografiche di Don Bosco si alternano le storie di Arduino e della follia di Don Grignaschi, convinto di essere il nuovo Messia. Un romanzo evocativo e raffinato che racconta una terra e la rende simbolo e metafora dell’umanità intera.

Claudio Magris è nato a Trieste nel 1939. Germanista, docente universitario, collabora al “Corriere della Sera”. Oltre a numerosi saggi, ha pubblicato varie opere di narrativa (Danubio, Illazioni su una sciabola, Un altro mare, Microcosmi, Alla cieca) e due testi teatrali (Stadelmann e La mostra).