Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Graffiti latini

Anonimo

Bur
Copertina di: Graffiti latini

Come e probabilmente più di quelli odierni, i muri delle città antiche brulicavano di scritte, disegni, caricature, poesie più o meno riuscite, dediche, invettive politiche e personali. Ora osceni e feroci, ora teneri e letterariamente pregevoli, i graffiti ritrovati sui muri di taverne, bordelli, piazze, abitazioni private sono una testimonianza più vivida ed eloquente di qualsiasi libro di storia della vita quotidiana nel mondo romano, un mondo sorprendentemente vicino a quel popolino basso e marginale che si intravede nel Satyricon di Petronio. I graffiti raccolti in questo volume sono stati scelti e tradotti da Luca Canali e Guglielmo Cavallo, cui si devono anche l’introduzione e la postfazione.

Libri Correlati

vedi tutti