Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Giornale di bordo (60)

Bur
Copertina di: Giornale di bordo (60)

Prefazione di Björn Larsson.

Più di ogni altro osò sfidare il senso comune, con le sue imprese costruì il mito moderno dell’impavido navigatore ed entrò nella leggenda… per un errore di calcolo. Cristoforo Colombo si racconta in queste pagine.
Il suo diario di bordo ha tutto il fascino e la genuinità della testimonianza diretta di un evento eccezionale. I racconti di vicende nautiche si alternano alle descrizioni di sentimenti instillati dal primo contatto con l’uomo americano, il tentativo di comprendere i nuovi eventi si avvicenda all’incanto di fronte alle terre scoperte.
Björn Larsson, uno tra i più amati “narratori di mare” contemporanei, ci racconta come Colombo non abbia mai messo a rischio i suoi uomini: “Se merita di essere un simbolo è forse proprio perché ha dimostrato che si possono compiere prodezze e realizzare grandi imprese senza essere per questo persone fuori dal comune, pronte a sacrificare tutto, compresa la vita altrui se necessario, per raggiungere i propri obiettivi”.
Colombo non ci ha dato solo un nuovo continente, quindi, ma ci ha offerto anche le parole per raccontarlo, per dire le luci e le ombre di quella impresa straordinaria, che vedrà, insieme allo stupore per la nudità di quegli uomini nuovi, la feroce aggressione dei loro conquistatori.