Favole (cof. 2 voll.)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...



VOLUME PRIMO
È La Fontaine il nostro Omero? ci ha lasciato l'opera poetica più nazionale, più riuscita e più originale.

Hippolyte-Adolphe Taine

La Fontaine rinnova un genere letterario che ha lontanissimi e molto autorevoli esponenti.
Con grazia, intelligenza e sensibilità ironizza sui piccoli grandi difetti dell'umanità e sulla vita e la società della sua epoca.
Questa edizione, illustrata da 265 incisioni di Grandville, è preceduta dall'introduzione di Georges Couton, apparsa nell'edizione francese dei Classiques Garnier, che aiuta a comprendere a fondo l'opera e l'arte di La Fontaine, i suoi rapporti con la società e la letteratura contemporanea e la sua collocazione in una tradizione di grande prestigio.

JEAN DE LA FONTAINE (Chateau-Thierry 1621 ? Parigi 1695) oltre alle celeberrime Favole scrisse numerosi racconti e poesie.

GRANDVILLE (pseudonimo di Jean-Ignace-Isidore Gérard, 1803-1847) fu illustratore, disegnatore, caricaturista e litografo.

GEORGES COUTON, professore universitario e studioso, è considerato uno dei massimi specialisti del XVII secolo francese.


VOLUME SECONDO
La Fontaine ha dato voce agli animali perché facessero capire agli uomini le lezioni della saggezza
.
Fénelon

Nei dodici libri di queste Favole passano i grandi spettacoli della passione umana nei suoi diversi atteggiamenti, e chi siede spettatore è condotto naturalmente dalla rappresentazione artistica alle leggi fondamentali della vita. Ma la morale, che negli antichi favolisti ti minaccia, per così dire, inesorabilmente ad ogni passo del racconto, e che in Fedro incornicia e stringe la favola da ogni parte, diventa in La Fontaine meno insistente, si nasconde, fa sentire la sua voce più da lontano, destando un nuovo fascino con la sua stessa discrezione. Spesso non sai dove essa si nasconda, e mentre la cerchi in una parte, esce fuori improvvisamente dall'altra, o dove meno te l'aspettavi con giuochi di sorpresa, che sono da sé uno spettacolo curioso.
Emilio De Marchi

EMILIO DE MARCHI (Milano 1851-1901) scrisse romanzi, racconti e poesie, fu autore anche di testi teatrali e opere di critica letteraria. Il suo romanzo più importante è Demetrio Pianelli (1890).


VOLUME PRIMO
È La Fontaine il nostro Omero? ci ha lasciato l'opera poetica più nazionale, più riuscita e più originale.

Hippolyte-Adolphe Taine

La Fontaine rinnova un genere letterario che ha lontanissimi e molto autorevoli esponenti.
Con grazia, intelligenza e sensibilità ironizza sui piccoli grandi difetti dell'umanità e sulla vita e la società della sua epoca.
Questa edizione, illustrata da 265 incisioni di Grandville, è preceduta dall'introduzione di Georges Couton, apparsa nell'edizione francese dei Classiques Garnier, che aiuta a comprendere a fondo l'opera e l'arte di La Fontaine, i suoi rapporti con la società e la letteratura contemporanea e la sua collocazione in una tradizione di grande prestigio.

JEAN DE LA FONTAINE (Chateau-Thierry 1621 ? Parigi 1695) oltre alle celeberrime Favole scrisse numerosi racconti e poesie.

GRANDVILLE (pseudonimo di Jean-Ignace-Isidore Gérard, 1803-1847) fu illustratore, disegnatore, caricaturista e litografo.

GEORGES COUTON, professore universitario e studioso, è considerato uno dei massimi specialisti del XVII secolo francese.


VOLUME SECONDO
La Fontaine ha dato voce agli animali perché facessero capire agli uomini le lezioni della saggezza
.
Fénelon

Nei dodici libri di queste Favole passano i grandi spettacoli della passione umana nei suoi diversi atteggiamenti, e chi siede spettatore è condotto naturalmente dalla rappresentazione artistica alle leggi fondamentali della vita. Ma la morale, che negli antichi favolisti ti minaccia, per così dire, inesorabilmente ad ogni passo del racconto, e che in Fedro incornicia e stringe la favola da ogni parte, diventa in La Fontaine meno insistente, si nasconde, fa sentire la sua voce più da lontano, destando un nuovo fascino con la sua stessa discrezione. Spesso non sai dove essa si nasconda, e mentre la cerchi in una parte, esce fuori improvvisamente dall'altra, o dove meno te l'aspettavi con giuochi di sorpresa, che sono da sé uno spettacolo curioso.
Emilio De Marchi

EMILIO DE MARCHI (Milano 1851-1901) scrisse romanzi, racconti e poesie, fu autore anche di testi teatrali e opere di critica letteraria. Il suo romanzo più importante è Demetrio Pianelli (1890).

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Collana: CLASSICI
    • Prezzo: 14.90 €
    • Pagine: 400
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817122962

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...