Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Dei delitti e delle pene

Cesare Beccaria

Bur
Copertina di: Dei delitti e delle pene

Ogni atto di autorità che non derivi
dall’assoluta necessità è tirannico.
– Cesare Beccaria (1738 - 1794)

 

 

La giustizia è il vincolo necessario a tenere insieme una società e tutte le pene che oltrepassano questo vincolo sono, per loro stessa natura, ingiuste. È questo principio semplice e rivoluzionario ad animare il più celebre trattato dell’Illuminismo italiano: pagine che tuonano contro la pena di morte, la tortura, l’oscurità delle leggi, la confusione tra reati e peccati. Pubblicato per la prima volta nel 1764, nelle intenzioni di Beccaria questo scritto avrebbe dovuto dare inizio a una nuova era, sciogliendo una volta per sempre il diritto dalla violenza, la legge dall’arbitrio, la giustizia dal privilegio.

Libri Correlati

vedi tutti