Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Cieco, con la pistola

Bur
Copertina di: Cieco, con la pistola

Chester Himes è un polemista Vázquez Montalbán
e un esiliato, il biografo di se stesso,
un romanziere nonché un cronista
della storia degli afroamericani.
Ogni età ha i suoi fuorilegge letterari.
James Sallis

 

 

Il quartiere nero di Harlem ribolle nell’afa estiva e i detective Coffin Ed e Grave Digger stanno per ritrovarsi tra le mani una grana bella grossa: un bianco con la gola tagliata e senza pantaloni stramazza ai loro piedi in una notte che sembrava tranquilla, e una borsa zeppa di soldi sparisce lasciando dietro di sé una scia di sangue e follia. I due poliziotti, duri e dalla mano pesante quando si tratta di estorcere confessioni, si trovano invischiati in una catena di crimini che coinvolgono papponi e prostitute, ciarlatani e truffatori, prestanome e boss della mala che tirano le fila nell’ombra. Autore di culto e maestro della letteratura poliziesca tra gli anni Cinquanta e Settanta, Chester Himes racconta nella sua prosa ruvida e cinica il cuore di un’America lacerata, dove esplode la tensione del conflitto razziale.