Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Ciao

Walter Veltroni

Bur
Copertina di: Ciao

“Una ricerca intensa che lascia intravedere una ferita che non si rimargina e semmai si sublima in una condizione universale.” Massimo Gramellini

Nella Roma stanca del sole di Ferragosto, oltre il silenzio di Villa Borghese, la luce ancora forte del tramonto estivo porta ricordi, riflessioni, apparizioni. Walter non ha mai conosciuto suo padre, quel “ragazzo importante” la cui voce tuonava alla radio. Eppure, sulla porta di casa, sente qualcuno chiamarlo: “Ciao”. Dietro di sé trova suo padre, con ancora l’aspetto di un ragazzo degli anni Cinquanta, il doppiopetto e la brillantina nei capelli, lo sguardo giovane dell’età in cui la malattia lo ha preso. Dialogare adesso con un padre che non c’è mai stato, con un padre immaginato, sembra impossibile. Ma questo viaggio inizia, tra malinconie e incertezze, domande e rimpianti, e ripercorre tutti gli anni che Walter e Vittorio Veltroni non hanno potuto condividere. E sul dolore della perdita vince la fantasia, quella che permette sempre di immaginare ciò che non c’è, e persino ciò che non può esserci.

Libri Correlati

vedi tutti